Progetto trasporto partorienti

Aiutiamo le donne incinte nel distretto di Okhaldhunga, Nepal, perché si rechino a partorire in una struttura sanitaria in modo da rendere il parto più agevole e sicuro sia per la mamma sia per la creatura che nasce. A Okhaldhunga sorge l’Okhaldhunga Community Hospital della United Mission to Nepal (UMN), che offre 32 posti letto, due sale operatorie, due sale parto complete anche per l’intervento cesareo e rianimazione per bambini. Tuttavia, date le distanze, la scarsità di strade e di mezzi di comunicazione, esiste il problema del trasporto dei pazienti fino all’ospedale. Sia per mancanza di mezzi, sociali ed economici, sia per tradizione, ancor oggi la maggior parte delle donne ricorre al parto in casa – o nella foresta – senza assistenza medica e con pochissima igiene, con una mortalità perinatale terribilmente elevata.

Per risolverlo, e indurre i pazienti a recarsi all’ospedale, abbiamo pensato di fornire un sistema di trasporto per le donne partorienti, in collaborazione con i medici e l’amministrazione dell’ospedale e con Eco Himal UK.

Lo spostamento delle pazienti avviene per jeep o, dove non esistono strade, a spalla. Per accedere al servizio trasporto, un comitato Social Service dell’ospedale vigila sui criteri di precedenza assoluta alle pazienti in condizioni critiche, sulla segnalazione delle pazienti da parte di medici, e favorisce anche le pazienti che appartengono a comunità povere e marginalizzate.