La scuola di Borlang Bhume

Ancora un po’ di news dal Nepal, e questa volta arrivano dal nostro socio Davide Arrigo, recatosi nel paese per un controllo dei progetti, e per una valutazione della situazione post terremoto.

Davide scrive circa la scuola di Borlang Bhume (nord est del Nuwakot District):

“Visita alla scuola il 26/04/2017; scuola raggiungibile solo con jeep attraverso il parco di Sundarijal, strada sterrata con tornanti (i kilometri sono pochi da ktm però ci sono volute 5/6 ore di fuoristrada), Chisapani Road (punto di sosta del trekking Helambu prima tappa). post terremoto stanno rifacendo ed ampliando tutte le strade sterrate che collegano queste colline con la valle, il problema è il monsone e le piogge che rendono impraticabili le strade; il distretto di Chhap è stato uno dei più colpiti con una distanza in linea d’aria dall’epicentro di circa 10 km.
Nel villaggio tutte le case sono ancora molto danneggiate, la popolazione vive negli shelter principalmente di lamiera che hanno costruito vicino alle loro case; siamo nel vero Nepal collinare dove vivono ancora di agricoltura, con colline piene di terrazzamenti. La scuola precedente a quella costruita da noi è andata completamente distrutta (vedi foto allegate). questa nuova struttura è composta da 3 classi, è stata realizzata secondo i canoni e principi governativi antisismici; è una scuola elementare frequentata da circa 110 alunni che abitano nelle colline circostanti. in progetto la costruzione di altre 2 aule che saranno a carico del governo. La scelta di questo progetto è stata fatta perchè essendo in una zona remota e difficilmente raggiungibile ci sembrava opportuno agire dove nessun aiuto era ancora arrivato, e grazie alla segnalazione della ong Nepalese Flame of Hope Nepal (partner operativo nella ricostruzione dell’istituto) abbiamo appunto identificato questo progetto. Nel complesso assolutamente ben riuscito e funzionale, il corpo insegnanti è del luogo e quindi interessati al buon funzionamento e mantenimento della scuola, con la speranza che questi bimbi (ed i loro genitori sopratutto) decidano di restare nel loro distretto almeno per frequentare la scuola elementare”. E la ricostruzione delle scuole e l’accesso all’istruzione è infatti fondamentale contro il problema dello spostamento delle famiglie in aree metropolitane.
Ringraziamo Davide per il report, per la sua collaborazione, l’Ing. Vladimiro Pellicciardi e RAM, nostri partner nel progetto con Flame of Hope Nepal.